Come strutturare la tesina della maturità

Il primo passo fondamentale quando ci si prepara a scrivere la tesina è senza dubbio scegliere l’argomento. Le condizioni essenziali sono che:

  1. Ci deve innanzitutto piacere;
  2. In secondo luogo deve essere originale;
  3. Deve ben collegarsi alle materie;
  4. Deve essere originale.

Una volta scelto l’argomento, il secondo passo è trovare i collegamenti tra le varie materie. Questi possiamo trovarli:

  1. Sui libri;
  2. Tramite ricerche internet.

Non è obbligatorio collegare tutte le materie, anzi, è importante dare fluidità alla tesina, senza arrivare a forzature nei collegamenti.

E’ opportuno, per tenere ben presente tutti i passaggi, creare una mappa concettuale con al centro l’argomento scelto e intorno tutte le materie collegate, ognuna con un titolo del suo contenuto. In questo modo, quando andremo a scrivere la nostra tesina, avremo già una scaletta pronta.

I punti salienti per strutturare la tesina sono:

  1. INTRODUZIONE: prima di tutto introduciamo l’argomento scelto, il motivo per il quale abbiamo pensato proprio a questo e quali sono le materie che intendiamo approfondire, riportando una breve descrizione di ognuna;
  2. PARTE CENTRALE: qui si riportano tutte le materie. Si possono dividere in capitoli, così da creare un testo ordinato. L’importante è che ci sia fluidità nel discorso passando da una materia all’altra;
  3. CONCLUSIONE: in questa parte si dovrà fare il punto di tutta la tesina svolta. E’ una parte da non sottovalutare perché si riportano le proprie considerazioni in merito al lavoro svolto. Dev’essere scritta con riflessione e può terminare con commenti personali relativi al proprio lavoro.

In ultimo, ma non meno importante, è ricordarsi di scrivere in maniera chiara, corretta e prestando attenzione anche all’impaginazione: è bene mettere una bella immagine di copertina, attinente all’argomento scelto, e inserire anche all’interno della tesina delle foto.

La mappa concettuale di cui ho parlato sopra si può anche portare al colloquio orale, presentandola alla commissione, così da poterla utilizzare come nostra scaletta e non rischiare così di dimenticare qualcosa.

Sembra difficile riuscire a scrivere una tesina valida e originale, ma non è così: l’importante è riflettere sempre prima di scrivere e non lavorarci all’ultimo momento.

In bocca al lupo! (Crepi il lupo!)

Per la preparazione delle prove orali o delle prove scritte degli esami di maturità, per ripassare le materie d’esame o per un aiuto nella stesura della tesina di maturità puoi chiedere una mano ai nostri Tutor. HomeWork fornisce ripetizioni a domicilio in tutta Roma per tutte le materie d’esame, chiama il 389 269 6411 per avere maggiori informazioni.