Articoli

Non si può uscire? 5 giochi per divertirsi a casa con i propri figli

Giochi per bambini da fare a casa. Disegno

Tante volte accade che siamo a casa con i nostri bambini, perché non possiamo uscire. I motivi possono essere molteplici: ad esempio fuori piove, il bambino ha l’influenza, oppure proprio noi genitori siamo malati.

Allora che fare? Con quali giochi possiamo intrattenere i nostri bambini affinché non si annoino?

Vi propongo 5 giochi da fare con i vostri figli, che divertono sia i maschietti sia le femminucce: inoltre, vediamo anche insieme quali abilità questi giochi consentono di sviluppare.

  1. COSTRUZIONI: costruire è un’attività che diverte sempre i bambini, soprattutto perché si può costruire e poi “distruggere”, ed è per tutte le età. Per i più piccoli si può iniziare con le costruzioni morbide, per poi arrivare ai famosi Lego.
    Questo gioco è molto importante per lo sviluppo della manualità, della creatività e anche dell’immaginazione del bambino. Il mio consiglio, per i genitori che per caso non le hanno ancora comprate, è di farlo.
  2. PUZZLE: è un gioco, per così dire, “antico”, eppure ancora oggi è tra le attività più amate dei bambini. In più è stato dimostrato che è un gioco che permette di sviluppare le abilità spaziali, con conseguente capacità di modificare mentalmente le forme.
  3. PITTURA/DISEGNO: sono due attività che piacciono molto ai bambini, perché loro amano sperimentare, toccare e osservare. Entrambe le attività possono essere intraprese fin da piccoli, dopo il primo anno di età:
    • Per il disegno, sarebbe meglio iniziare con i pennarelli, perché il colore è subito ben visibile, e quelli larghi, perché si possono impugnare meglio. Man mano che cresce si può passare anche a quelli più piccoli.
    • Per la pittura, io consiglierei di farli sperimentare inizialmente dipingendo con le dita, per far loro conoscere i colori anche con il tatto, poi procederei con l’utilizzo del pennello. Ameranno sicuramente schizzare e passare il pennello e le dita non solo sul foglio, per questo consiglio di utilizzare un piano ampio e acquerelli che non macchino.

    Disegno e pittura sono attività consigliate perché non sono solo divertenti, ma permettono lo sviluppo di creatività, immaginazione e abilità psico-motorie.

  4. CUCINARE BISCOTTI: i bambini amano “pasticciare” e rendersi utili. Proponete di fare i biscotti, magari usando le formine particolari, oggi se ne trovano di tutti i tipi, anche di Topolino. Coinvolgeteli nel girare la ciotola con dentro gli ingredienti, nell’impastare la pasta frolla, nell’usare le formine una volta spianata, nel controllare la cottura. Vedrete quanto si sentiranno soddisfatti del loro “lavoro”. Ovviamente si può iniziare con i biscotti e poi allargare con la preparazione di altri piatti.
    Inoltre, non meno importante, farsi aiutare in cucina aiuta il bambino a sviluppare:

    • il gusto, assaggiando i cibi;
    • l’olfatto, annusando gli odori e il tatto, toccando ad esempio l’impasto;
    • l’autonomia e l’autostima, facendo svolgere piccoli compiti quali mescolare o aggiungere gli ingredienti;
  5. LEGGERE LIBRI: leggere ai bambini fin da piccoli è una buona abitudine, perché stimola il linguaggio, lo sviluppo cognitivo e l’immaginazione.
    Oggi ne troviamo tantissimi, diversi in base all’età del bambino. Se li coinvolgiamo precocemente nella lettura, vedrete che diventerà un buon modo di passare parte del tempo da dover trascorrere in casa.

In conclusione, si possono trovare diversi giochi o attività da svolgere con i propri figli: l’importante è giocare insieme e condividere così nuove scoperte di crescita.

E per quando non puoi essere presente prenota una delle nostre babysitter referenziate, che sapranno coinvolgere il tuo bambino con numerose attività ludiche e didattiche. Chiama il 389 269 6411 per saperne di più