Articoli

5 cose da fare prima dell’inizio della scuola

5 cose da fare prima dell'inizio della scuola

Settembre è un mese complesso per ogni famiglia: si torna dalle vacanze, si disfano le valige, un’occhiata al calendario e… la scuola sta per iniziare! Come affrontare questo momento così delicato senza stressarsi troppo?

Ecco 5 utili consigli per non farsi trovare impreparati il primo giorno di scuola.

1. Comprare senza esagerare
Il primo impulso che avrete sarà quello di entrare in una cartoleria e svaligiarla di gomme, temperini, squadre, compassi e quaderni di ogni tipo e dimensione. Il consiglio è quello di non esagerare con lo “shopping” e aspettare che siano i professori a informare i vostri figli sul materiale da comprare.

2. Fare un salto a scuola
Prendere la lista dei libri (ordinandoli comunque dopo l’approvazione dei professori), controllare gli orari d’ingresso della prima settimana di scuola e ritirare il libretto delle giustificazioni vi aiuterà a stare tranquilli su tutte le questioni più burocratiche.

3. Controllare i compiti per le vacanze
Anche se vostro figlio vi assicura di averli fatti assolutamente tutti, sempre meglio dare un’occhiata ai compiti per le vacanze: nel caso in cui mancasse qualcosa, avrete il tempo di recuperarla insieme nelle prime settimane di settembre.

4. Cercare attività extra-scolastiche
Un giro con tutta la famiglia tra palestre e associazioni di zona vi aiuterà a trovare qualcosa che interessi e aiuti vostro figlio a “staccare” dallo studio per qualche ora durante la settimana.

5. Parlare insieme
Ogni ragazzo o bambino che inizia un nuovo anno di scuola ha le sue ansie e paure. Ritagliatevi un momento per parlare con lui di ciò che lo spaventa e rassicuratelo sul fatto che se avrà bisogno di aiuto, potrà sempre contare su di voi.

Aiuta tuo figlio ad affrontare i primi giorni di scuola, un bel ripasso con i nostri Tutor o un aiuto compiti direttamente a casa tua può alleviare lo stress del rientro scolastico. Chiama il 389 269 6411 per maggiori informazioni

Come aiutare mio figlio a scegliere il percorso formativo più adatto dopo la scuola media?

Scelta percorso formativo dopo la scuola media

La domanda posta nel titolo indica il quesito che i genitori si pongono quando il proprio figlio si trova a dover scegliere il suo percorso formativo terminata la scuola media. In genere la domanda si pone in III media, quando il “ragazzo” è obbligato a scegliere fra diversi indirizzi di studio, anche molto differenti tra loro. Il punto importante è non lasciarlo solo nella scelta: è giusto dire “Deve scegliere lui la scuola che gli piace di più”, ma è altrettanto indispensabile condividere con lui dubbi, domande, riflessioni e consigli.

Oggi le scuole superiori sono diverse da prima: sono infatti sorti nuovi indirizzi di studio più specifici, con materie più approfondite e specializzate. E’ per questo importante che nostro figlio sia ben informato sulle caratteristiche e sulle differenze specifiche di ogni percorso di studio, che noi lo accompagniamo anche nella curiosità di vedere gli istituti e nel chiedere informazioni a riguardo. Ci sono, infatti, i famosi “open day” nelle scuole, giorni organizzati proprio per far conoscere l’istituto ai potenziali nuovi alunni.

Non basiamoci solo su quello che ci dicono gli altri genitori, o su quello che noi vorremmo per i nostri figli: le aspettative nei loro confronti sono sempre alte, tuttavia non appesantiamo ulteriormente i loro dubbi.

Anche la scuola da loro frequentata può guidarci nella scelta: parliamo con gli insegnanti che lo conoscono bene sotto il profilo didattico. Chiediamo loro consigli riguardo a quale indirizzo potrebbe essere più incline il ragazzo: materie scientifiche, materie umanistiche, materie tecniche o anche tutte?

I consigli certo sono sempre ben accetti, ma soprattutto ascoltiamo nostro figlio e rispettiamo le sue idee, in modo che si senta sereno nella scelta e sappia che comunque i genitori lo sostengono sempre.

Un ultimo punto che vorrei sottolineare è, piuttosto, un consiglio che vorrei offrire ai genitori: spesso, proprio in virtù delle ottime capacità di nostro figlio, guardiamo scuole impegnative e difficili, sperando che lui le scelga o invogliandolo a farlo. Comprendo benissimo il vostro pensiero però vorrei anche farvi riflettere sulla possibilità che questa scelta si possa trasformare in anni di stress, frustrazioni e abbassamento dell’autostima. In alcuni casi è forse meglio una scuola meno impegnativa, ma che permetta al ragazzo di studiare e vivere l’esperienza scolastica con serenità. Proprio questa tranquillità potrebbe, infatti, invogliarlo successivamente a proseguire il percorso di studi anche all’università.

Se invece non avrà proprio voglia di studiare, si accompagnerà verso il mondo del lavoro, anche in questo caso con possibili percorsi di formazione utili alle sue scelte: ma per questo avete ancora tempo.

In questa delicata fase formativa di tuo figlio, puoi chiedere una mano ai nostri Tutor per aiutarlo a scegliere il percorso scolastico migliore. Chiamaci al 389 269 6411 per avere maggiori informazioni.